.

Superficie lorda: 66000 SF

Architetto Progettista: RPBW, Genova
 
Architetto d’esecuzione: Burt Hill, Boston
 
Committenza privata: Isabella Stewart Gardner Museum
 
Collaborazione al progetto in fase preliminare ed esecutiva: 2007-2008
 

project 5


Isabella Stewart Gardner Museum Extension - Boston – Massachusetts.

Situato a prossimità dell'Emerald Necklace Park a Boston, il Museo fu fondato da Isabella Stewart Gardner ed aprì al pubblico nel 1903, con una collezione di oltre 2.500 oggetti comprendenti dipinti, sculture, mobili, tessuti, disegni, argenteria, ceramiche, manoscritti. L'architettura del "Palace" richiama quella di un palazzo veneziano del XV secolo ed è realizzato in mattone a vista. L'edificio si sviluppa su 4 livelli attorno a una corte interna a tutta altezza coperta da un lucernario vetrato, ed accoglie giardini lussureggianti e opere d'arte. Il sito accoglie due giardini la cui piantumazione risale all'epoca di Isabella: il Monk's Garden e il South Garden. Il progetto di ampliamento nasce come intento volto alla conservazione del patrimonio museale, con esperienze che variano dal campo musicale, all'orticultura, all'educazione, all'arte antica e contemporanea. L'intento progettuale é quello di creare un edificio speciale in sè stesso ma che al contempo rispetti la natura e l'integrità del sito: è dunque costituito da 2 volumi interrati e da 4 volumi “sospesi” i cui piani terra sono in maggior parte vetrati per garantire la permeabilità visiva verso il Palace ed il giardino; è inoltre connesso al Museo esistente tramite un percorso vetrato a piano terra che si sviluppa all'ombra degli alberi. Al piano terra si trova la nuova entrata del Museo con spazi di accoglienza e orientamento per i visitatori , caffetteria e shop. I 3 piani superiori sono organizzati attorno ad una spina centrale ed ospitano le aule per corsi, una galleria espositiva, un Music Hall, uffici e laboratori di conservazione.  Una struttura separata e totalmente vetrata accoglie la serra, ulteriori uffici e residenze destinate ad ospitare gli artisti del Museo.  Il volume piu' grande è la hall per concerti da 275 posti seduti che comprende 3 livelli di balconate concentriche e disposte "a pozzo" per un'unica visuale e percezione acustica. Esso ha una parziale copertura vetrata che conferisce allo spazio illuminazione naturale indiretta.  Lo spazio espositivo è uno spazio flessibile di supporto alle manifestazioni artisitche del Museo. La facciata ad Est è completamente vetratasul Palace e un sistema oscurante integrato assicura il preciso controllo dell'apporto di luce naturale, così come sul lucernario sovrastante. I materiali proposti per l'ampliamento vogliono sottolineare il carattere sospeso dei cubi: a piano terra domina il vetro "low iron", montanti di facciata in acciaio con funzione anche strutturale ed una serie di muretti di mattoni che si prolungano fino agli spazi esterni del giardino, dialogando con il Palace esistente. I cubi sovrastanti sono rivestiti di pannelli metallici colorati integrati in un sistema di "curtain wall", percorsi pedonali e un sistema di scale di sicurezza che circondano l'edifico.


Informativa sulla privacy
Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!